Utilizzare il legno in modo consapevole aiuta a mantenere vive le foreste del nostro pianeta, dando vita ad un arredo forte, salubre e resistente.

Le ricerche eseguite nel settore hanno evidenziato che il disboscamento sta finalmente diminuendo in paesi come il nord America e il nord Europa, ma purtroppo sta andando avanti in molte altre zone del mondo. Il legno viene impiegato in percentuale maggiore per produrre energia, in una significativa porzione per il settore edile e solamente il 5% delle risorse è impiegato nella realizzazione di piallacci per arredi.

Contare su un mobile interamente realizzato in legno apporta dei benefici che non si estendono solamente al fattore estetico, ma che interessano la salubrità dell’ambiente e la durata del mobile stesso. Si tratta, in un certo senso, di un investimento salubre e sicuro, che accompagna gli abitanti con il massimo dello stile per un periodo di tempo pressoché infinito. Vediamo assieme quali sono i pregi del possedere un mobile interamente costruito in legno e quali sono i benefici che ciò comporta nei confronti del disboscamento globale.

I mobili realizzati in legno possono essere realizzati in massello e solitamente essi si rivelano splendidi e carismatici, perché permettono di mantenere in evidenza le caratteristiche peculiari del materiale, come le venature, i nodi, le sfumature dell’essenza e le eventuali crepe derivate dal tempo e dalla conformazione del legno stesso. All’aspetto estetico si associa la possibilità di contare su un materiale solido e robusto, che può essere restaurato in ogni momento impiegando le tecniche adeguate. Il mobile massello di basso costo viene solitamente realizzato impiegando legni teneri, poco resistenti e quindi trattati con particolari vernici e lacche per renderli più simili ai legni nobili. Il mobile diventa quindi molto meno naturale e ,a seconda delle vernici impiegate, può vedere aumentare il suo grado di inquinamento domestico.

I mobili possono essere realizzati anche con tecnica detta impiallacciatura, ovvero assemblando parti di legni nobili, detti piallacci, con parti secondarie derivanti da legni meno pregiati. I piallacci sono le parti a vista che fanno da vestito al mobile ed esprimono tutte le qualità del legno massello. La differenza fra un mobile in massello e un mobile impiallacciato va ricercato innanzitutto nell’alta resa del legno utilizzato, alla qualità estetica più dettagliata e nella stabilità dei pannelli. L’impiallacciatura rappresenta quindi un’alternativa al legno massello, garantendo ottime qualità estetiche che costruttive nel realizzare i mobili. Questa soluzione permette un costo abbastanza contenuto del mobilio e un’uniformità nel suo insieme.

Il mobile ideale, in grado di esprimere il massimo della solidità con l’estetica del vero legno, è il mobile realizzato con pannelli in multi-strato impiallacciati. I mobili costruiti con questo tipo di pannelli sono molto stabili e robusti, presentano un basso peso specifico, per cui possono supportare in modo migliore l’eventuale viteria o le cerniere annesse.

Tutte queste tecniche permettono di ottenere la massima resa dall’originario tronco di legno impiegato ai fini dell’arredamento, per cui la resa si rivela elevata e ogni lavorazione sa originare mobili resistenti, più o meno pregiati a seconda dei casi, ma perfetti per arredare le abitazioni moderne. Il legno impiegato per la realizzazione del mobilio si rivela, quindi, come una scelta di grande gusto estetico e lungimirante in termini di tempo, ma soprattutto si rivela essere una scelta benefica nei confronti del nostro delicato eco sistema.