Descrizione Progetto

La lavorazione per ottenere il tranciato in legno e le radiche è quasi identica.

L’unica differenza è che le radiche in legno si ricavano dalla base del tronco, dal punto in cui iniziano le ramificazioni della radici.

E’ un prodotto ricercato, ricco di nodi e di venature contorte, con svariate sfumature cromatiche.

Le radiche si possono ottenere da qualsiasi tipo di legno.

La radica di noce è un materiale di ottima qualità, molto richiesto,  costituisce molti complementi di arredo.

Ottenuta dalla laminazione di tronchi selezionati garantisce l’assenza di alburno al loro interno.

Insieme alle piume, la radica di noce è la parte più pregiata del legno.

E’ usata infatti per i rivestimenti interni delle auto di lusso.

Con il suo colore bruno-grigiastro le venature marroni tendenti al nero, la radica di noce si trova anche in mobili pregiati e in oggetti di ebanisteria.

Inoltre il legno di noce ha ottime caratteristiche di resistenza e di lavorabilità.

La radica di olmo ha vari colori caldi (marrone scuro, nero, rossastro) che permettono cosi’ di distinguere le varie specie.

Scurendo con il tempo, conferiscono un senso di calore all’ambiente casalingo.

La radica di olmo e’ impiegata per sedili e sedie robuste, ma anche piani di lavoro e di supporto.

Grazie alla sua straordinaria resistenza, che la rende in grado di ammortizzare urti e sollecitazioni.

Spesso la radica di olmo viene utilizzata per creare strumenti musicali e oggetti ornamentali.

La radica vavona proviene dall’albero della sequoia.

Per il suo bel colore veniva impiegata per costruire mobili pregiati negli anni trenta.

Nei paesi anglosassoni, la radica vavona prende il nome di Redwood, ovvero legno rosso, e si ottiene dalle robuste radici della Sequoia Sempervirens, albero proveniente dall’America del Nord.

La radica di mirto presenta varie tonalità che vanno dal grigio rossastro al bruno chiaro.

E’ pesante, compatta, con tessitura fine e poco variabile.

Spesso la radica di mirto è usata per lavori di intaglio e torneria da cui si ricavano utensili e manici per attrezzi, oltre a piccoli mobili e oggetti per l’arredamento.