Descrizione Progetto

Tranciato in legno di Kotò, un essenza morbida e con leggere venature che trova molto impiego nel campo dei legni tinti.

Aspetto e caratteristiche del legno

La provenienza del legno di Kotò è originaria dell Africa occidentale che comprende: Liberia, Costa d Avorio,Gana,Nigeria e Camerum.

Il tranciato in legno di Kotò ha un colore generalmente giallognolo senza una chiara differenza tra alburno e durante. Con la stagionatura, la tinta passa al bruno chiaro o a sfumature grigio chiaro, con delle caratteristiche macchie scure nella parte interna dei tronchi.

La parte centrale del tronco, presenta del maglié, squame lucide che dopo adeguate lavorazioni di tinteggiatura assumono una caratteristica molto ricercata. Questa particolarità viene utilizzata per prodotti di pregio e viene anche chiamata effetto pelle di serpente.

Il legno ha una tessitura media fine con fibra dritta, mediamente durevole.

L’essiccazione è facile non da problemi ha solo qualche tendenza a fessurarsi e ad imbarcarsi.

Usi

Il tranciato in legno di Kotò trova impiego in falegnameria e ebanisteria, se tinto anche in sostituzione di altri legni.

Facile da lavorare con tutti gli utensili purché siano ben affilati cosi’ da evitare il crearsi di filamenti lanosi,per ottenere superfici lisce.

Il legno di kotò si presta bene alla verniciatura utilizzato anche nella produzione di tranciati tinti.

Grazie alla sua struttura incolore e piatta è adatta per creare texture di colori anche per arredamenti moderni.