Descrizione Progetto

Il tranciato in legno di Rovere termocotto, viene ottenuto con un preciso trattamento del legno di rovere detto processo di affumicazione.

L’affumicazione è un procedimento applicato su tranciati o parquet grezzi levigati di legni a PH acido come rovere, ciliegio, eucalipto, etc.

Il processo prevede di far assorbire al legname vapori di sali d’ammonio in apposita autoclave per un periodo di 2-3 settimane.

I sali di ammonio, convertono l’acido interno del legno in colore più scuro.

Ecco perché il nome di termocotto, in questo caso, Rovere termocotto.

Questo procedimento conferisce al legno tonalità più omogenee e un colore più scuro.

Con il trattamento di affumicazione fibre e venature, rimangono compatte con una buona resistenza del materiale.

La colorazione del Rovere termocotto dipende dalle più fattori che sono: dimensioni, acidità del tronco e tempo di permanenza in autoclave

Oggi il tranciato in legno di Rovere termocotto è un’essenza richiesta nel campo dell’arredamento moderno per la produzione di mobili o tavoli di design.

Il termotrattato è un processo usato generalmente su tavolame, per la realizzazione di pavimenti o mobili da esterno.

Questo processo garantisce ai prodotti ottenuti una buona resistenza all’acqua.

Il Termotrattamento è un processo che necessita di forni ad alta tecnologia.

Le tavole di legno sono inserite in un forno che porta la temperatura da 160° fino a 215° per un determinato periodo di tempo.

Il legno, durante il trattamento, perde ogni umidità interna diventando “anidro”, pertanto inerte.

L’umidità viene reintrodotta prima del temine del ciclo, per rendere il legno nuovamente lavorabile.

Il legno ottenuto con questo processo, rimane igroscopicamente molto più stabile di un legno semplicemente essiccato.