Descrizione:

Il tranciato di noce nazionale è un materiale di ottima qualità oltre ad essere uno dei più richiesti, diffusi ed utilizzati. Esso si ottiene dalla laminazione dei tronchi che vengono accuratamente selezionati per garantire la totale assenza di alburno al suo interno.
La gran parte dei mobili e complementi di arredo, dove si esige qualità e design, sono costituiti con parti in legno di noce.
Le parti più pregiate del legno di noce nazionale, radiche e piume, hanno, da sempre, l’assoluto monopolio nell’impiego per i rivestimenti interni delle auto di lusso.
Il legno di noce, massiccio o tranciato, è inoltre utilizzatissimo nella costruzione di mobili pregiati e nella realizzazione di intarsi e manufatti torniti, e si può trovare spesso sotto forma di doghe e nei rivestimenti di pareti e controsoffitti.
Le qualità di noce nazionale sono numerose, tutte caratterizzate da una buona lavorabilità e consistenza; ma il suo successo è dovuto soprattutto al colore bruno grigio e ad alle caratteristiche venature marrone tendenti al nero, che diventano ancora più belle quando il legno invecchia. Il legno di noce nazionale si trova spesso anche nei mobili di pregio e negli oggetti di ebanisteria.

Pur avendo una buona resistenza alle sollecitazioni ed una buona stabilità, tale legno non è adatto per l’uso esterno e per ambienti umidi, esposti alle intemperie. Il noce nazionale può essere rifinito molto bene sia con la levigatura che con la verniciatura e lucidatura. Il suo principale punto debole è la grande facilità con cui viene intaccato dai parassiti.
La coltivazione del noce nazionale non è purtroppo sufficiente a soddisfare la grande richiesta del mercato, per questo ha un costo piuttosto elevato, paragonato ad altri legni semiduri. Considerato l’aspetto economico, il tranciato di noce nazionale è sicuramente conveniente rispetto al legno massello, garantendo maggiore uniformità e stabilità. Con esso si realizzano ottime impiallacciature per mobili, cornici e manufatti ornamentali.